Raggiunti e superati i 200.000 kWh dal nostro impianto fotovoltaico

Qualche giorno fa, i nostri tecnici, ci hanno comunicato un dato importante, che segna un ulteriore traguardo raggiunto dalla nostra Cooperativa lungo il cammino della sostenibilità: l’impianto fotovoltaico installato sulla nostra sede di Modena alla fine del 2011, ha raggiunto e superato, durante il mese di agosto 2020, il traguardo dei 200.000 kWh di energia elettrica prodotta.

I benefici ambientali derivanti dall’adozione di sistemi fotovoltaici sono proporzionali alla quantità di energia prodotta, supponendo che questa vada a sostituire energia altrimenti fornita da fonti convenzionali.

Per produrre un kWh elettrico vengono bruciati mediamente l’equivalente di 2,56 kWh sotto forma di combustibili fossili e di conseguenza emessi nell’aria circa 0,65 kg di anidride carbonica. Si può dire quindi che ogni kWh prodotto dal sistema fotovoltaico evita l’emissione di 0,65 kg di anidride carbonica.

Con il nostro impianto possiamo affermare di aver risparmiato emissioni di CO2 per 130.000 kg (200.000 x 0,65), 130 tonnellate di gas serra risparmiate al nostro pianeta!


Abitare & Servizi: affidabilità ed esperienza per il primo Social Housing di Modena

Modena Estense, società per azioni nata dalla collaborazione fra due storiche imprese di costruzione del territorio modenese (CMB Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi e AeC Costruzioni), è il soggetto attuatore dell’intervento Parco Estense, complesso residenziale che sorgerà a Modena in zona Morane-Vaciglio.

Modena Estense spa ha incaricato Abitare & Servizi srl, società partecipata da Abitcoop, di curare le procedure di formazione dei due elenchi per la prenotazione degli alloggi in affitto.

Il 1° stralcio dell’intervento, infatti, prevede la realizzazione di 5 palazzine per un totale di 124 alloggi in edilizia residenziale sociale (Social Housing).

80 di questi alloggi verranno assegnati in locazione tramite Avviso pubblico seguito da Abitare & Servizi srl.

Tutte le informazioni sul sito parcoestense.it.


È positivo il Bilancio consuntivo di Abitcoop

Lo scorso giovedì 23 luglio è stato presentato, all’Assemblea dei Soci, il bilancio di esercizio 2019 di Abitcoop, principale e più numerosa cooperativa di abitazione a proprietà divisa della provincia di Modena. I ricavi dell’attività caratteristica anche per l’anno in corso si sono mantenuti intorno ai valori dell’anno passato sfiorando i 14 milioni di euro (13.751.000,00) grazie ad un cospicuo numero di alloggi rogitati: 44 rogiti corrispondenti a 43 alloggi più 1 posto auto e la vendita di una piccola porzione di terreno.

Nel corso del 2019 sono stati consegnati ai soci 34 alloggi, di cui 10 in godimento (affitto) e 24 in proprietà, e sono stati avviati lavori per altri 17. Questa intensa attività ha consentito alla Cooperativa di chiudere l’esercizio con un utile di 816.151,00 euro, che migliora di circa il 14,60% quello realizzato nell’esercizio 2018. In ulteriore aumento la base sociale, con l’ammissione nel corso del 2019 di 216 nuovi soci, 190 dei quali di Modena, un dato che riflette l’ancora elevata domanda di case presente nel capoluogo e il forte radicamento e prestigio goduti dalla cooperativa.

Con soddisfazione anche quest’anno – ha affermato la Presidente Abitcoop Simona Arletti – abbiamo presentato un bilancio consuntivo positivo, nonostante le difficoltà attuali del settore abitazione. È un bilancio che premia la nostra scelta di offrire case di qualità e coerenti con il mutato atteggiamento della popolazione verso la concezione di questo bene, che impatta sugli obiettivi di sostenibilità globale a cui tutti siamo chiamati. Ecco il motivo per cui abbiamo redatto in modo diverso il nostro bilancio sociale rendicontando a soci e socie i risultati raggiunti insieme a una nuova chiave di lettura, quella della sostenibilità, secondo i 17 Obiettivi dell’Agenda Onu 2030.

Il 2019 ha visto anche il completamento del riassetto istituzionale e organizzativo della società avviato nel corso del 2017 con l’adozione del nuovo Statuto e il conferimento delle deleghe relative alla gestione d’impresa in capo al Direttore Generale e alla funzione di rappresentanza degli interessi dei soci e indirizzo affidati al Presidente. A loro è affiancata una Direzione Operativa, ora completa con il nuovo responsabile finanziario, intesa come strumento di direzione collegiale della Cooperativa che risponde al Consiglio di Amministrazione del suo andamento complessivo.

Dal punto di vista patrimoniale la Cooperativa si è ulteriormente rafforzata, portando il patrimonio netto a superare i 55 milioni di euro (55.093.322), + 1,43 % circa rispetto all’esercizio 2018.

L’odierna solidità patrimoniale e il suo consolidamento – ha spiegato Morena Galli, responsabile amministrativa di Abitcoop – costituiscono elementi di garanzia e affidabilità per i soci di ieri e, a maggior ragione, per quelli di oggi e per le generazioni future. Per questo abbiamo chiesto anche quest’anno all’Assemblea dei soci di continuare, come avvenuto negli anni scorsi, a compiere scelte coerenti con la volontà di contribuire alla crescita della Cooperativa, destinando il residuo gestionale alle riserve indivisibili. Si tratta di scelte fondamentali per sviluppare e diffondere ulteriormente la Cooperativa, consentendo che anche altri soci possano godere di quei vantaggi mutualistici che hanno incontrato in oltre quaranta anni di ininterrotta attività l’apprezzamento di migliaia di cittadine e cittadini modenesi.

Prospettive immediate e future: l’impegno per una nuova cultura dell’abitare

L’andamento dei bandi 2019 ha confermato un esteso bisogno di case ancora insoddisfatto, con richieste da parte dei Soci superiori all’offerta di alloggi. Dal lato produttivo, abbiamo assistito all’ultimazione di numerosi cantieri e ad alcune importanti partenze, che hanno visto Abitcoop impegnata, in cantiere e negli uffici, su circa 70 alloggi in costruzione, confermando un andamento in contrazione, ma in linea con i dati locali del settore immobiliare. Gli interventi realizzati sono significativi per l’innovazione sia tipologica sia tecnologica in materia di standard di comfort, indipendenza gestionale, risparmio nei consumi energetici, segno del costante impegno della Cooperativa nella soddisfazione della sua mission.

Abitcoop, nel corso del 2019, ha ritirato anche 7 permessi di costruire per 25 alloggi di via Formigina a Modena e 24 alloggi di Parco dei Fiori sempre a Modena, nonché richiesto il permesso di costruire per 12 alloggi del Peep a Formigine e ottenuto la disponibilità dei 4 permessi di costruire per i 108 alloggi di Fiorano.

La pandemia da Coronavirus, che ha sconvolto le nostre vite, e i nostri progetti, – ha commentato Simona Arletti – ha avuto inevitabili conseguenze sul piano oltre che sanitario, anche economico e sociale, e le avrà nel medio termine anche sui nostri bilanci. Contiamo però di poter reggere l’urto di questo periodo avverso grazie alla solida patrimonializzazione, accumulata con anni di gestione oculata delle risorse economiche e umane, e che rappresenta oltre che una tutela del risparmio dei nostri soci/e anche una garanzia di affidabilità per quanti/e si rivolgono a noi. Abbiamo grandi sfide davanti, come quella di realizzare case che producano tutta l’energia che consumano, case smart che permettano anche di lavorare e studiare al meglio, case con spazi verdi accessibili e collegati alla mobilità ciclabile, che rendano possibili stili di vita e di spostamento casa-lavoro più sostenibili: Abitcoop vuol contribuire a disegnare il futuro di una nuova cultura dell’abitare.

Guarda la sintesi

Guarda la versione integrale


Assemblea di Bilancio per l’esercizio 2019

Pur con le difficoltà organizzative imposte dalle misure sanitarie per il contrasto della diffusione del Covid-19, Abitcoop non ha cessato di alimentare quel rapporto con la sua base sociale e la cittadinanza che ne ha fatto una realtà imprescindibile per quanti cercano e hanno bisogno della casa.

Per il pomeriggio di giovedì 23 luglio a partire dalle ore 17.30, infatti, si terrà in seconda convocazione l’annuale Assemblea di presentazione del bilancio chiuso al 31 dicembre 2019, presso la sede di via Nonantolana 520 a Modena, con la presenza di un limitato e contingentato numero di ammessi, invitando tutti i soci e gli invitati a seguire i lavori online.

Oltre alla discussione e approvazione del bilancio e degli altri punti all’ordine del giorno (rinnovo parziale del Consiglio di Amministrazione e determinazione dei compensi, nomina della Commissione Elettorale, conferimento degli incarichi di revisione legale dei conti e di certificazione dei bilanci del triennio 2020-2022 con determinazione dei relativi compensi), è prevista la partecipazione e gli interventi di numerose autorità: il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, il Presidente nazionale Legacoop Mauro Lusetti, il Presidente Legacoop Estense Andrea Benini e il Portavoce ASVIS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile) Enrico Giovannini.

I soci e gli inviati che intendono partecipare all’Assemblea dovranno inviare una e-mail a: assembleasoci@abitcoop.it per poter ottenere le credenziali di accesso.

Anche quest’anno – ha anticipato la Presidente di Abitcoop Simona Arletti – presenteremo un bilancio positivo nonostante le difficoltà del settore. È un bilancio che premia la nostra scelta di offrire case di qualità e coerenti con il mutato atteggiamento della popolazione verso la concezione di questo bene, che impatta sugli obiettivi di sostenibilità globale a cui tutti siamo chiamati. Ma ci attendono anni difficili. La pandemia da Coronavirus, che ha sconvolto le nostre vite e i nostri progetti, ha avuto inevitabili conseguenze oltre che sul piano sanitario, anche su quello economico e sociale. La nostra Cooperativa, erede di una tradizione ultra-quarantennale di impegno sul fronte della casa, ha potuto e potrà reggere l’urto di queste avverse vicende grazie alla sua solida patrimonializzazione, che rappresenta oltre che una tutela del risparmio dei nostri Soci anche una garanzia di affidabilità per quanti si rivolgono a noi.


Premiati i 6 vincitori dei premi di studio Reggiani

Anche quest’anno Abitcoop ha confermato il suo impegno a sostegno della occupabilità di giovani laureati meritevoli, destinando al loro futuro impegno nel mondo del lavoro, la cifra complessiva di 5.000 Euro per consentire l’erogazione di 6 premi di studio.

Dal 2012 ad oggi la Cooperativa ha destinato a 57 giovani neolaureati la cifra complessiva di 45mila Euro.

Una specifica Commissione di valutazione ha individuato i 6 vincitori tra 13 candidati che, oltre a rispondere pienamente ai severi requisiti richiesti, erano tutti di alto profilo qualitativo e con un punteggio di laurea molto elevato.

La scelta per i due premi da assegnare a lauree triennali di primo livello è caduta su: Ilenia Pellicciari, laureatasi in Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale (110/110 e lode) e Giada Giorgi, laureatasi in Terapia Occupazionale (110/110).

Mentre per i quattro premi destinati a magistrali di secondo livello, tra i quali anche preferibilmente una laurea in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, la commissione ha scelto Giulia Iattoni, laureatasi in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio (110/110 e lode); Carlo Cavalieri, laureatosi in Scienze Statistiche (110/110 e lode); Davide Baraldi, laureatosi in Ingegneria Energetica e Nucleare (110/110 e lode) e Niccolò Braidi, laureatosi in Scienze Chimiche (110/110 e lode).


Martedì 31 marzo, ore 12.00: un minuto di silenzio

Alleanza delle Cooperative invita le associate ad aderire all’iniziativa promossa da ANCI Roma: «Condividiamo l’iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani per ricordare le vittime del Coronavirus ed esprimere solidarietà alle comunità più duramente colpite dall’epidemia».

«Per questo invitiamo tutte le cooperative, che in questi giorni stanno continuando le loro attività, a manifestare la propria adesione, facendo osservare a tutti i soci e ai lavoratori, in concomitanza con i sindaci di tutto il Paese, un minuto di silenzio, domani alle 12.00».

È quanto afferma il Presidente di Alleanza delle Cooperative, Mauro Lusetti, anche a nome dei co-presidenti Maurizio Gardini e Giovanni Schiavone, sottolineando come «le cooperative vogliono rendere omaggio a tutte le vittime dell’epidemia e far sentire la propria vicinanza alle loro famiglie».

«Le cooperative – sottolinea Lusetti – sono imprese profondamente radicate nelle comunità nelle quali operano, ne condividono la preoccupazione e i disagi e sono impegnate, continuando a svolgere le attività che rientrano tra quelle considerate essenziali, a contribuire, per quanto possibile, ad assicurare un regolare e ordinato svolgimento della vita quotidiana dei cittadini».

«Per questo – conclude il Presidente dell’Alleanza – vogliamo condividere il momento di tributo promosso dai sindaci, ai quali vogliamo esprimere la gratitudine per il difficile lavoro che stanno svolgendo sul campo, per cercare di dare risposte ai problemi concreti dei cittadini».


Donne nel Caos Venezuelano

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne Legacooop Estense organizza la proiezione del film “Donne nel Caos Venezuelano”. Questa sera a Modena, al Cinema Astra alle ore 21.00.

“Donne nel Caos Venezuelano” è un documentario tutto al femminile, che attraverso lo sguardo di cinque donne venezuelane, dal diverso background e di generazioni differenti, mostra il ritratto di una nazione attraversata da una crisi senza precedenti.

Al termine della proiezione, il dialogo con la regista Margarita Cadenas.


Un Doblò per la mobilità sociosanitaria nelle frazioni di Carpi

L’impegno sociale di Abitcoop non conosce tregua. La nostra Cooperativa ha aderito al progetto dell’Associazione di Volontariato Sociale ‘Contatto’ per garantire la mobilità verso servizi sociosanitari a coloro che, nelle frazioni di Fossoli, Budrione, San Marino e Migliarina, del Comune di Carpi, hanno ridotte capacità motorie.

Domenica 17 novembre si è tenuta, alla presenza del sindaco di Carpi Alberto Bellelli, del presidente dell’Associazione ‘Contatto’ Roberto Ghelfi, della presidente di Abitcoop Simona Arletti, la presentazione del veicolo Fiat Doblò che Abitcoop, insieme ad altre imprese del territorio, ha finanziato, permettendo che il progetto si concretizzasse.


Il 5 per mille alla Fondazione ‘Dopo di Noi’ di Correggio

La Fondazione ‘Dopo di Noi’ aiuta le famiglie di persone disabili per garantire a queste ultime una buona qualità di vita quando i loro familiari non saranno più in grado di accudirle e assisterle.

Abitcoop ha aderito a un progetto della Fondazione ‘Dopo di Noi’ di Correggio per destinare il 5 per mille alla costruzione della Residenza ‘Casa Mia’, utile a questo scopo.

Il 3 dicembre 2019, alle ore 15.00, all’Officina dei Coriandoli di Correggio, si terrà una cerimonia simbolica per la posa della prima pietra, con la partecipazione del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini.

dopodinoicorreggio.it


Settimana della Bioarchitettura e Sostenibilità 2019

Abitcoop alla Settimana della Bioarchitettura 2019

Dal 18 al 22 novembre 2019, con una serie di incontri tra Modena, Mirandola, Vignola e Bologna, torna la Settimana della bioarchitettura e sostenibilità, rassegna dedicata alle soluzioni “green”, organizzata da AESS, Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile.

Al suo interno un’iniziativa promossa da Abitcoop, in programma giovedì 21 novembre dalle 16.30 a FICO Eataly World (saletta Fondazione Fico, via Paolo Canali 8, Bologna), dedicata alla rigenerazione urbana: un confronto fra i principali soggetti del territorio sul significato della Rigenerazione, lo stato dell’arte – in Italia e sui nostri territori – e la presentazione di casi realizzati.

Il programma dell’incontro, che sarà moderato dalla Presidente di Abitcoop Simona Arletti, prevede numerosi contributi, fra cui quello dell’Ingegner Andrea Prampolini, che illustrerà gli interventi di riqualificazione realizzati da Abitare & Servizi.

Ingresso libero.


Programma

Giovedì 21 novembre 2019
FICO Eataly World
Saletta Fondazione FICO, via P. Canali 8
Bologna


Apertura dei lavori
Barbara Lepri Coordinamento Legacoop Abitanti Emilia Romagna
Piergabriele Andreoli Direttore Agenzia per L’Energia e lo Sviluppo Sostenibile
Claudio Gamberi Commissione nZEB Ordine Ingegneri provincia di Bologna

Modera
Simona Arletti Presidente Abitcoop


Rigenerazione urbana in Italia

Patrizia Gabellini Politecnico di Milano


Esperienze di riqualificazione e rigenerazione urbana a Modena

Andrea Prampolini Abitcoop, Abitare & Servizi


Rigenerazione di edifici ERP: soluzioni possibili, casi reali di Acer Modena

Paolo Montorsi, Andrea Righi Acer Modena


Le sfide della riqualificazione energetica e sismica di 44 alloggi a Modena

Loris Bertacchini Presidente Unicapi


Riqualificazione energetica dei condomini

Mauro Bignardi Anaci


Dibattito


Saranno presenti
Francesco Lamandini Asppi Modena
Paolo Meschiari Unioncasa Modena


→ Tutte le informazioni e il programma completo della Settimana della Bioarchitettura e Sostenibilità 2019 sul sito settimanabioarchitettura.it